Skip to main content
Comandare le tapparelle da smartphone

Comandare le tapparelle da smartphone ecco come fare

Comandare le tapparelle da smartphone Android – iPhone

Comandare le tapparelle da smartphone, ATTENZIONE con la corrente, lavorare sempre togliendo la corrente.

Questo articolo serve solo a condividere come ho fatto io a comandare le tapparelle da smartphone, prendetelo solo come spunto io non sono un professionista.

Tempo fa avevo scritto un articolo “Tapparella, centralizzare le tapparelle con un pulsante” oggi a distanza di un po di tempo la tecnologia domotica ha abbassato i costi, permettendo di acquistare centraline, interruttori WiFi, che prima erano costosi, ad un prezzo più abbordabile.

Allora ho deciso di fare un upgrade al progetto tapparelle.

Aggiungendo un interruttore WiFi a 4 canali per comandare le tapparelle da smartphone ovunque io mi trovi.

I vantaggi di portare il comando delle tapparelle in smartphone sono diversi, ad esempio:

Applicazione compatibile Android – iPhone,

è possibile lanciare il comando su o giù mentre si sta facendo altro in casa,

oppure impostare un timer che al mattino o alla sera ad una determinata ora faccia salire o scendere le tapparelle,

oppure in ferie lontani da casa simulare la presenza in abitazione.

Insomma gli impieghi di comandare le tapparelle da smartphone sono molteplici, e quello che può essere inutile per qualcuno può invece risultare utile ad altri.

Ma sopratutto oggi è possibile farlo senza spendere moltissimi euro, ovviamente se si ha una capacità almeno basilare di elettronica.

In rete si trovano diversi interruttori WiFi, ma non vanno tutti bene.

Io avevo bisogno qualcosa che avesse una protezione che mi impedisse di azionare il comando di salita e discesa nello stesso momento.

E dopo un po di ricerche e domande in rete su Amazon ho trovato questo che ha tutto quello che mi serviva ed anche di più, addirittura è possibile aggiungere un telecomando 433mHz.

La centralina che ho usato io per comandare le tapparelle da smartphone sia Android che Apple è questa: “Sonoff 4CH Pro“, vi invito a leggere le caratteristiche direttamente sul link.

La configurazione è semplice, anzi non cera da configurare niente nel mio caso, già di default aveva il blocco che un solo interruttore può essere in “On”, ed automaticamente manda in “Off” gli altri.

Così da scongiurare il rischio di mandare corrente in entrambi i comandi up/down.

ATTENZIONE io non ho provato personalmente sulle tapparelle per vedere se davvero il tempo di stacco tra su/giù sia davvero sufficiente per evitare un corto circuito.

Come vedrai nel video usando due tester collegati allo Sonoff sembrerebbe funzionare come promesso, ma non ho avuto il coraggio di farlo.

Vorrei provare ma ho il terrore che in caso di corto se non subentra rapidamente il magnetotermico, mi saltino i motori delle 5 tapparelle!

Così ho impostato il comando “Su” sul primo canale, ed il comando “Giù” sul quarto canale, almeno sono distanti tra loro ed è una “sicurezza” in più.

Se qualche lettore più professionale di me ha nozioni in questione le condivida nei commenti.

Vi allego il video di come ho fatto io a comandare le tapparelle da smartphone. E spero vi sia d’aiuto, e vi invito a commentare qui o su Youtube le vostre opinioni e consigli.

Ciao ed alla prossima….


Seguimi e condividimi anche su Youtube,  Facebook,


 

10 thoughts to “Comandare le tapparelle da smartphone ecco come fare”

  1. Ciao e complimenti per il l’acoro svolto , è possibile avere uno schema di come hai collegato i fili dietro
    Al sonoff , grazie

    1. Dietro allo Snoff ho portato a parte la corrente di 220V, 3 cavi:
      Un che arriva dal centrale del pulsante a muro e va ai contatti “COM R1” e poi lo sdoppio in “COM R4”
      Poi sempre dal pulsante i due fili su/giu che vanno in “NO-R1” e “NO-R4”
      Ti giro la foto ma purtroppo non si vede molto bene.

      Contatti Sonoff

    1. Andrebbe benissimo, inizialmente è quello che volevo acquistare io.
      Ma mi hanno consigliato il 4chpro perché ha la funzione che se attivi un canale automaticamente spegne l’altro.
      (Spero funzioni davvero e bene)
      Questo è importantissimo perché in caso di errori dando il comando dalla app evita una doppia tensione sulla tapparella.
      Visto la differenza di prezzo allora ho preferito prendere il 4chpro.
      Poi eventualmente questo si può comandare anche con telecomando a 433mhz.

  2. Ciao e complimenti. Io ho già un comando centralizzato della B-Tibino che chiude o alzatutte le tapparelle. Al comando però sono collegati solamente 2 fili. Io pensavo di alimentare il Sonoff 4ch e di collegare un filo a NO-R1, l’altro a NO-R1 e poi fare un ponte tra COM1 e COM2. Siccome ho paura di bruciare i motori volevo sapere se era corretto. Altra cosa, bisogna settare qualche jumper all’interno del Sonoff? Grazie mille e complimenti ancora.

    1. Ciao, io non ho settato nessun jumper all’interno dello Sonoff 4ch pro, di default era configurato come lo volevo.
      Non conosco quel comando centralizzato, e come mai ha solo due fili.
      Approvo il tuo commento nella speranza che qualcuno con la tua centralina passi e ti dia il consiglio che cerchi.
      A presto….

  3. Ciao. Io ho 3 tapparelle centralizzate come nel tuo caso e vorrei aggiungerci il sonoff, ma l’elettricista me lo ha sconsigliato perché dice che perderei l’uso dei singoli pulsanti, visto che il contatto rimane chiuso. Tu hai risolto in qualche modo o non hai avuto di questi problemi? Grazie

    1. Ciao, io non ho avuto nessun problema, il pulsante centrale è collegato a Sonoff nei due canali NO(normalmente aperti) quindi i contatti vengono chiusi solo per il tempo che resta premuto il comando sali o scendi.
      Naturalmente per quel tempo non deve essere premuto nessun pulsante per evitare spiacevoli cortocircuiti.
      Questo però è il mio caso, nello specifico del tuo se l’elettricista ti sconsiglia Sonoff magari c’è altro.
      Prova a chiedere anche il parere ad un secondo elettricista facendogli verificare il tuo impianto.
      Saluti 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *